Ascent GroupAscent Group
Ascent Group. Consulenza aziendale

Incontro a Confindustria. Economie emergenti investire conviene

Date generale
Data: 
31/01/2008

Le opportunità di investimento in Romania e nella Repubblica Moldova sono stati oggi al centro di un seminario promosso dalla sezione Consulenza di Confindustria Catania, guidata da Pippo Russo, nell'ambito degli incontri dedicati all'internazionalizzazione delle imprese. Settore immobiliare, agroalimentare e delle nuove tecnologie i comparti a più alto potenziale di crescita e per i quali le imprese del nostro territorio cominciano a mostrare particolare interesse. Sono stati il presidente di Confindustria Catania, Fabbio Scaccia e il vicepresidente per l'internazionalizzazione, Marcello Motta, a sottolineare l'importanza del processo di apertura ai mercati esteri che l'associazione degli industriali sta promuovendo con particolare impegno, proprio per sostenere le imprese a competere nello scenario dell'economia globalizzata.

Per Ciro Strazzeri, delegato di Assoconsult per l'internazionalizzazione, Romania e Repubblica Moldova, sono nel contesto delle economie emergenti tra i paesi più appetibili per gli investitori stranieri. Adela Cristea e Lia Bejenaru del gruppo Ascent, hanno illustrato agevolazioni fiscali e regime della tassazione per le imprese. Di particolare interesse le condizioni previste nella Repubblica Moldova, che dal 2000 sta realizzando una politica attiva molto efficace nell'attrazione di investimenti. Tra i vantaggi fiscali previsti, l'esenzione totale delle imposte sull'utile e sul redditi dei dipendenti, per un periodo di 5 anni, per gli investimenti nelle nuove tecnologie e per tutte le imprese agricole. Ma se le economie emergenti dell'Est offrono nuovi sbocchi anche per le nostre produzioni tradizionali, pesano sul processo di internazionalizzazione delle imprese i vincoli legati ai ritardi ed alle carenze infrastrutturali dell'Isola. Come annunciato da Vito Ruggeri, presidente dell'Arsecao, l'associazione della filiera agroalimentare di Confindustria, è stata definita la sigla di un importante intesa commerciale con la grande distribuzione della Romania, pronta all'acquisto di un milione di tonnellate di agrumi siciliani di calibro medio piccolo. Un accordo che sul piano operativo ancora non decolla per le difficoltà legate all'alto costo delle spese di trasporto.

Copyright© 2005-2019, Ascent Group. All rights reserved. Politica de confidențialitate (Privacy policy)